Proloco Artogne

COME ARRIVARE

INDIRIZZO:
Via IV Novembre n. 8 - 25040 Artogne (BS)

Proloco Artogne

Via IV Novembre n. 8 - 25040 Artogne (BS)

Telefono: 0364/598280
Email: proloco.artogne@outlook.it

CONTATTI

Telefono: 0364/598280
Email: proloco.artogne@outlook.it

ORARI

Secondo e quarto lunedì del mese dalle 20:30 alle 21:30

EVENTI Proloco Artogne

07 FEB
IL carnevale di Artogne, Gianico e Pian Camuno si svolgerà il giorno 07 febbraio 2016 (in caso di maltempo il 09 febbraio 2016). E’ rivolto ai residenti dei 3 paesi che possono partecipare iscrivendo un carro di carnevale, un gruppo mascherato oppure una singola maschera. Verranno premiati lo spirito di iniziativa, la coreografia e l’originalità.
19 FEB
Quest’anno la Pro Loco di Artogne aderisce e promuove l’iniziativa di RaiRadio2 ”M’illumino di meno” la grande campagna radiofonica di sensibilizzazione sul Risparmio Energetico e la mobilità sostenibile. Il 19 febbraio 2016 si celebra la 12a edizione
04 MAR
Siamo coscienti che fare cultura significa, oggi più
che mai, indirizzare uno sguardo sul nostro tempo
e sul nostro mondo in continua evoluzione.
Per questo motivo abbiamo costruito il calendario
di OltreConfine seguendo due sentieri tematici:
quello delle tematiche sociali e quello legato alla
cultura dei territori.La situazione delle carceri italiane, le storie dei disertori
durante la Seconda Guerra Mondiale raccolte
dallo storico Mimmo Franzinelli, la bellezza
degli affreschi del Romanino, il mondo creativo
dei deejay, la lotta contro la violenza sulle donne,
un nuovo progetto per raccontare la vita dei nostri
nonni, la Valle Camonica delle miniere narrata da
Luigi Marioli, la disabilità oltre gli stereotipi: sono
solo alcuni degli spunti che animeranno durante
il periodo primaverile i nostri paesi, uniti in rete
con l’obiettivo di valorizzare al meglio il patrimonio
materiale e immateriale della nostra Comunità,
sempre con un piede ben radicato nel passato e uno
impegnato in uno slancio vitale e positivo verso le
sfide del futuro.
09 MAR
COME RACCONTARE LA DIVERSITA’ Da anni la Cooperativa Azzurra di Darfo Boario Terme e la Cooperativa “Il Cardo” di Edolo lavorano nel campo della disabilità, unendo sapientemente al percorso educativo una forte dose di creatività e immaginazione che aiutano i pazienti a trovare gli strumenti per esprimersi al meglio
19 MAR
Ciaspolata non competitiva 8 km (oppure percorso breve 4 km) con possibilità di noleggio ciaspole. Per info e prenotazioni (vedi anche file allegato e scaricabile): www.prolocoartogne.it Scuola di sci tel. 0364.560486 All’arrivo buffet per tutti più premi ad estrazione.
22 MAR
Giancarlo “Molla” Facchini, giovane loverese residente ad Artogne e laureato in ingegneria gestionale, è dal 2001 deejay e produttore discografico sotto svariati pseudonimi.Si è esibito su palcoscenici prestigiosi e ha collaborato con le etichette e gli artisti più importanti della scena EDM italiana. Insieme all’amico piemontese Andrea “Frisk” Lazzero ha intrapreso nel 2015 la stesura del romanzo/thriller “Uadjet” pubblicato dalla casa editrice Cicorivolta riscuotendo un notevole e inaspettato successo. Gli autori, oltre a condividere ed illustrare il loro lavoro letterario, ci intratterranno con musica disco alla consolle per una dinamica serata in compagnia. Seguirà piccolo rinfresco.
27 MAR
Vivi con noi una Pasqua al cioccolato con CioccoPasqua a Montecampione, musica, divertimento, clown, truccabimbi e tanto, tanto cioccolato per tutti.
28 MAR
Esposizione di una parte dell’opera “VIVAVITTORIA” sulla scalinata della piazza di Artogne. I lavori esposti potranno essere acquistati e il ricavato verrà interamente devoluto al “FONDO PER LE DONNE IN DIFFICOLTA'” che si rivolgono al Centro Antiviolenza di Darfo B.T. (BS).
28 MAR
Marcia non competitiva di 8 km aperta a tutti Partenza ore 08:45 (termine iscrizioni 08:15) Per informazioni: aidoartogne@gmail.com www.aidoartogne.it (Vedi file volantino scaricabile) In concomitanza: PASQUETTA IN PIAZZA Dalle 08:00 alle 12:00 esposizione associazioni volontariato Degustazione e vendita prodotti aziende agricole locali
05 APR
Una serata dedicata (usando le parole dello scrittore camuno Luigi Marioli) “agli uomini che hanno consumato la loro esistenza nel buio delle miniere, dove il cielo è la roccia nera senza stelle e il sole è la fiammata della dinamite”. Da qui lo spunto per presentare, in questa occasione, uno degli ultimi lavori letterari dello scrittore esinese Luigi Marioli che nel suo romanzo “Cielo di roccia” racconta le vicissitudini di coloro che, per forza o per scelta, si sono trovati a doversi guadagnare il pane quotidiano lavorando nelle viscere della terra. Presentazione in sintesi della tesi di laurea di Lucia Lorenzetti (Università degli Studi di Milano – Facoltà di Scienze Politiche Economiche e Sociali – Anno Accademico 2013-2014) L’EMIGRAZIONE ITALIANA NELLA SECONDA METÀ DEL ’900 Italiani venduti al Belgio per un sacco di carbone. Allieterà la serata il Coro Vallecamonica di Darfo Baorio Terme diretto dal Maestro Gheza Francesco con l’esecuzioni di alcuni brani legati al lavoro e al mondo dei minatori.
08 APR   10 APR
Rassegna Zootecnica esposizione di Ovini, Caprini ed altri animali. Per tutti i bambini piccola fattoria degli animali. Attività didattiche con le scolaresche. Gara di formaggi, ecc.
12 MAG
PRESENTAZIONE COMITATO MARIA LETIZIA VERGA, PER LO STUDIO E LA CURA DELLA LEUCEMIA DEL BAMBINO. DURANTE LA SERATA VERRA’ CONSEGNATO AL COMITATO IL RICAVATO DELLA MANIFESTAZIONE “CIASPOLANDO SOTTO IL MUFFETTO 2016”
21 MAG
Gli odori acri e persistenti, i rumori assordanti, le luci abbaglianti e il caldo insopportabile, l’aria irrespirabile, opprimente, nociva, il lavoro pesante, il pericolo, incombente e presente come un’ombra, sembrano dipingere il quadro di un luogo terribile, apocalittico. Ferriera, parola che evoca fuoco e metallo, tempi arcaici durante i quali il termine “uomo” era sinonimo di lavoro e ordinaria era la precarietà della sua esistenza. Ferriera, luogo del quotidiano, del reale, luogo intriso di storia; storia famigliare, indissolubilmente legata al nostro territorio, alle nostre valli e pianure, luogo che racconta la nostra memoria, la nostra appartenenza, la nostra identità, dentro ad un tempo cambiato, trasformato, lontano, ma costantemente narrato dalla “nostra” lingua, nelle parole di chi c’era e nelle parole di chi, oggi, impregnato di quei segni, le rievoca. Scrive Mauro Guerra, a proposito delle architetture ancora oggi visibili, rimaste a testimonianza di quel periodo: “…scheletri di una potenza che fu, vittime di congiure perpetuate altrove. Orgogliosi e imponenti, si lasciano ora smontare solo pezzo a pezzo, a significare una resa interminabile, con il dovuto onore delle armi: rimosse con cautela e rispetto, le coperture, recise e posate a terra le capriate, sgranato fino all’armatura il cemento. Per la loro demolizione, ecco marchingegni fino a ieri impensabili, studiati come piano d’attacco per annientare il nemico. Aggrediti da ogni lato, giganti ormai solitari, sfidano la stessa mano dell’uomo che li aveva prima costruiti per durare. C’è qualcosa di arcano sotto quelle volte, ricurve e annerite, un vuoto che richiama antiche presenze, come i templi abbandonati e dissacrati. Architetture innaturali che sfidano il cielo, presenze ingombranti, vulcani spenti e silenziosi, navi in disarmo..” Il racconto di un sogno ad occhi aperti durante la veglia di Natale del 1981 all’interno di una fabbrica occupata, diventa per un operaio l’occasione per ricordare spaccati di vita di quegli anni nel luogo di lavoro e fuori, nel paese, nella contrada: dalla giocosa e leggera ingenuità attraverso la quale aveva guardato alla realtà del lavoro durante l’apprendistato, dall’immagine fiduciosa dello stabilimento come luogo di certezze e di solide garanzie future, a una più matura e disincantata visione del proprio essere persona ed operaio all’interno della fabbrica. Tracce dunque, lasciate come impronte da seguire nelle vicende quotidiane di uomini che hanno vissuto cambiamenti storici, relazioni nuove, passioni, conquiste e disillusioni, nuovi equilibri, in un mondo del lavoro in continuo e attuale divenire. Lavoro, territorio, lingua; sono gli elementi inscindibili che hanno dato origine alla “nostra Storia”. Ha
20 GIU   26 GIU
Mostra collettiva che presenta i lavori di cinque artisti: i camuni Daniele Fabiani, Nicola Ballarini, Pierfranco Fabiani, l’italo-argentino Julian Soardi e il belga Laurent Trezegnies. Il percorso espositivo si svilupperà in due spazi distinti: Castello Oldofredi, ingresso da Rampa Cappuccini e Circolo lavoratori Vicolo della Pergola, 7/9. Ma non solo, alcuni lavori dialogheranno anche con l’ambiente esterno.
21 AGO
GIORNATA DEDICATA ALL’ AMBIENTE MONTANO CON PRODOTTI DEL TERRITORIO E LA PRESENZA DI ANIMALI DOMESTICI.
26 DIC
IN OCCASIONE DELLA CHIUSURA DEL 30mo ANNIVERSARIO DEL GRUPPO TEATRALE, CONCERTO DE “LE RATATUE”. IL RICAVATO DELLA SERATA SARA’ DEVOLUTO AL PROGETTO “DANILO E SIMONE, NON FERMIAMOCI”.
21 GEN
IL GRUPPO “ATTORI X CASO” PRESENTA BRILLANTE COME: GREASE, ORE 21:00 PRESSO LA SALA POLIFUNZIONALE AD ARTOGNE.
11 MAR
CIASPOLATA NON COMPETITIVA DA 8 KM OPPURE PERCORSO BREVE DA 4 KM AL PLAN DI MONTECAMPIONE 1800. ISCRIZIONI DALLE ORE 17:00 E PARTENZA ALE ORE 19:00. ALL’ARRIVO BUFFET PER TUTTI PIU’ PREMI AD ESTRAZIONE. PARTE DEL RICAVATO SARA’ DEVOLUTO AL PROGETTO “SIMONE E DANILO, NON FERMIAMOCI” AFFETTI DALLA RARA MALATTIA DI “NIEMANN PICK”. MADRINE DELLA MANIFESTAZIONE LE SORELLE FANCHINI.
27 MAR   09 GIU
CORSO DI ORTICOLTURA 2017 GLI INCONTRI AVRANNO LUOGO NELLE SEGUENTI SEDI: -) ARTOGNE: SALA POLIVALENTE – VICINO AL MUNICIPIO -) GIANICO: PRESSO LA BIBLIOTECA (INIZIO PAESE) -) PIAN CAMUNO: CENTRO ANZIANI IN VIA TORRE 113
30 APR
LA SEZIONE CACCIATORI DI ARTOGNE E IL GRUPPO AMICI DI PIAZZE ORGANIZZANO UN PRANZO A BASE DI CARNE DI CINGHIALE; INIZIATIVA VOLTA A RACCOGLIERE FONDI PER IL PROGETTO “DANILO E SIMONE NON FERMIAMOCI”.
27 MAG   28 MAG
RIVOLTO AI RAGAZZI, UN WEEKEND SENZA MAMME DA VIVERE NELLA NATURA CON I PROPRI FIGLI, CON TUTTO L’AIUTO DI MINIALPINI.
21 LUG   23 LUG
TRE GIORNATE DI BUON CIBO, MUSICA E NON SOLO ORGANIZZATE DALL’ASSOCIAZIONE SPORTIVA BASSINALE. PER I DETTAGLI VEDI LOCANDINA ALLEGATA.
04 AGO   06 AGO
IN OCCASIONE DELLA SAGRA DEI “PI FASACC” E’ STATA ALLESTITA UNA MOSTRA SULLA VITA DELLA FRAZIONE DI PIAZZE ATTRAVERSO IMMAGINI D’ARCHIVIO DELLA SECONDA META’ DEL 900.
12 AGO   20 AGO
SEGGIOVIA APERTA PER SALIRE IN QUOTA PER PASSEGGIATE IN FAMIGLIA, PANORAMI ESTIVI MOZZAFIATO, SPUNTINI AD ALTA QUOTA E DA QUEST’ANNO PORTA CON TE ANCHE LA TUA PERSONAL BIKE PER DIVERTIRTI COME NON MAI!!!